Le dritte del venerdì: 14 luglio 2017

Cose che ci piacciono, ci fanno pensare, ci fanno ridere, ci fanno incazzare.


Ravanando nella Rete saltano sempre fuori riflessioni, notizie, scoperte, storie che meritano di essere condivise. Noi le mettiamo da parte e ve le segnaliamo ogni venerdì. Così nel weekend non vi annoiate.

Questa settimana: l’ambiguità semantica del verbo “credere”, la fede come scelta, 8 argomenti contro Dio, la Terra piatta, una lunga intervista ad Ali Rizvi, pro e contro Sam Harris, l’ipotetica santià di Pascal, la discutibile santità di Wojtyla, il dogmatismo ateo, la religiosità in Europa orientale, la Terra piatta (sì, ancora), un Amish ateo, quattro chiacchiere fra Richard Dawkins e Carlo Rovelli, Lawrence Krauss sul pensiero critico con sé stesso.

Riflessioni

Le parole della laicità – Credere – MicroMega
“Credere” è un verbo ambiguo. Di solito esprime incertezza, ma quando si tratta di religione diventa espressione di sicurezza assoluta. Proviamo a sostituirlo con “sapere”: il risultato sarà stupefacente. La riflessione di Edoardo Lombardi Vallauri.

Maybe Belief Is a Matter of Choice for Some – Godless in Dixie
Credere è una scelta? Oppure è al di fuori della volontà? Neil Carter propone un’acuta riflessione sulle possibilità di conversione all’ateismo. E sulle conseguenze morali.

God is Always the Worst Explanation: 8 Reasons (1) – Cross Examined
God is Always the Worst Explanation: 8 Reasons (2) – Cross Examined
No, Dio non è una spiegazione. Bob Seidensticker elenca 8 argomenti (in due puntate) che smantellano la pretesa principale dei credenti, ovvero che Dio serva a spiegare qualcosa.

The Flat Earth Movement Is Expanding Around the Globe – Friendly Atheist
Hemant Mehta si chiede se il terrapiattismo sarà il prossimo passo della nuova Amministrazione repubblicana alla Casa Bianca. Assurdo? Beh, dopo il negazionismo climatico, il rifiuto dell’evoluzione e l’anti-vaccinismo, non c’è da star tranquilli.

Interviste

An atheist Muslim on what the left and right get wrong about Islam – Vox
“The left is wrong on Islam. The right is wrong on Muslims”: questo il tweet di Ali Rizvi, autore di “The Atheist Muslim”. In questa lunga intervista espone la sua convinzione: bisogna aiutare i musulmani a secolarizzarsi, ché l’islam da solo non basta. Una lettura preziosa per chi detesta ogni religione, compreso l’islam, ma poi prova un enorme imbarazzo quando si ritrova compagni di strada come Salvini e Casapound.

Polemiche

Sam Harris’ Critics Are Misrepresenting His Words in an Effort to Discredit Him – Friendly Atheist
Why Is Sam Harris So Bad At Talking About Islam? – Temple of the Future
The Sam Harris Outrage Industry – Areo Magazine
Ok, non è un personaggio facile. Ok, spesso dice cose discutibili. Tutto vero. Però c’è anche un po’ di gente che nel criticarlo ci marcia in malafede. Ecco servita una bella polemica pro e contro Sam Harris.

Santo Pascal, ora pro nobis – Repubblica
Eugenio Scalfari suggerisce a Papa Francesco di santificare Blaise Pascal. Piergiorgio Odifreddi commenta, rilevando le contraddizioni. La Chiesa ha sdoganato il giansenismo oppure no? Insomma, la grazia divina o il libero arbitrio?

Giovanni Franzoni: “Perché Wojtyla non è un santo”. Un ricordo dell’ex abate di San Paolo, scomparso a 88 anni
Fu vero santo? Giovanni Franzoni, a suo tempo prete scomodo prima di essere sospeso a divinis, pensava di no: Karol Wojtyla non meritava gli onori degli altari. A pochi giorni dalla morte, MicroMega ripubblica le sue ragioni su un pontificato controverso (per usare un eufemismo), molto ben argomentate.

Ricerche

Study Finds That Atheists Can Be More Closed-Minded Than Religious People (Sort Of) – According to Matthew
Gli atei applicano davvero lo spirito critico? Oppure anche loro sono dogmatici? Un articolo comparso sulla rivista “Personality and Individual Differences”, che applica la peer review, studia la propensione al dogmatismo dei non credenti. Ne parla Matthew Facciani nel suo blog.

C’era una volta l’ateismo di Stato. Il ritorno della religione nell’Est Europa – MicroMega
Il Pew Research Center ha presentato uno studio sulla diffusione della fede religiosa e sulla sua percezione come elemento identitario nei Paesi che una volta erano oltre la Cortina di ferro. Il risultato è scoraggiante. Lo presenta Ingrid Colanicchia su “MicroMega”.

Storie

Former Amish man creates his own simple life, minus the religion Homestead
Dal fondamentalismo Amish fino all’ateismo, ma senza smettere di vivere come un Amish. E tutto perché un amico gli ha posto la domanda giusta al momento giusto. “Homestead” racconta la storia di Kenneth Copp.

I Joined Flat Earth Groups So You Don’t Have To – A Tippling Philosopher
Non ci può essere qualcuno che crede nella Terra piatta. Non davvero. Invece è proprio così. E il loro numero è in crescita. Jonathan Pearce si è infiltrato in due loro gruppi su Facebook, li ha ha osservati da vicino e ha interagito con loro. Com’era inevitabile, alla fine si è fatto sbatter fuori.

Video e Podcast

Richard Dawkins and Carlo Rovelli on science and culture – books podcast – The Guardian
Mezz’ora di di chiacchiere su scienza e cultura fra un biologo evoluzionista e un fisico teorico, entrambi noti anche come eccellenti divulgatori.

Lawrence Krauss on How to Develop Your Critical Thinking Skills – Big Think (YouTube)
Perdi la fede, ma guadagni la realtà: il fisico Lawrence Krauss espone i meriti del pensiero critico. Specie di quello critico con sé stesso.