Le dritte del venerdì: 21 luglio 2017

Cose che ci piacciono, ci fanno pensare, ci fanno ridere, ci fanno incazzare.


Questa settimana: la blasfemia, il sesso, la Dottora, il concerto di Marilyn Manson, le cosce saudite, il pub in chiesa, le solite minchiate di Adinolfi (stavolta più indecenti del solito), il presunto dogmatismo degli atei, il memoriale dei satanisti, le persecuzioni omofobe in Africa, le interviste di Raffaele Carcano alla radio, l’apostasia islamica, un’imitazione atea degli argomenti dei bigotti.

RIFLESSIONI

Il diritto alla blasfemia
Cuando todo es blasfemia – El País
Una riflessione sulla blasfemia, prima contro la religione cattolica e oggi contro l’islam. E a Sinistra c’è un po’ di confusione. Ma che cos’è una bestemmia? E, soprattutto, chi lo decide? Meditate, gente, meditate. Ché qui ci sono di mezzo la democrazia e la libertà di espressione, mica cazzi.

Il sesso è una cosa sporca
Le parole della laicità – «Sesso» – MicroMega
Dopo «credere» ecco «sesso»: un’altra parola e un’altra attività che, fra eufemismi e turpiloqui, sono gravate da pregiudizi culturali. Ci riflette Edoardo Lombardi Vallauri.

NEWS

La Dottora, finalmente!
New Dr. Who Female; It Shouldn’t Matter, but It Does: It’s Great! – A Tippling Philosopher
Siccome non poteva esserci un 13esimo Dottore, gli sceneggiatori hanno risolto nell’unico modo elegante: con una Dottora. Che però non gode del plauso unanime, ché gli stronzi misogini sono una genìa dura da estirpare.

Fratelli e sorelle, preghiamo
Il paese in preghiera contro il concerto di Marilyn Manson – Corriere della Sera
Marilyn Manson sconvolge un paesello: i parroci e i fedeli non vogliono il suo concerto, perché brucia le Bibbie e «disprezza i valori che sono fondamento della nostra società». E organizzano petizioni e preghiere e rosari riparatori. Superfluo dire che Manson sarà terrorizzato da tanta riprovazione.

Cosce saudite in libertà
Quel paio di gambe contro l’integralismo islamico – Gas
Grande scandalo in Arabia Saudita e sui social media per una ragazza sola e in minigonna. Non si può: la femmina va coperta e sempre accompagnata da un maschio guardiano. Poi dice che l’islam non è una religione misogina. No, no, certo che no.
https://www.youtube.com/watch?v=gQihgGSESrc

Il pub in chiesa. Ma anche no?
C’eravamo tanto amati, ma non sei più la chiesa che eri – Uaar
Pensi di poter fare quel che vuoi di un edificio di tua proprietà? Magari di ricavarci un pub? Macché: se prima era una chiesa, il proprietario precedente s’incazza. Soluzione: sfancularlo. What else?

NEFANDEZZE

Le violenze di Ratisbona? Secondo Adinolfi non è niente di grave
Coro Ratisbona, parla Adinolfi: «Storia torbida. L’intenzione è sporcare anche Benedetto XVI» – IntelligoNews
Coro Ratisbona, Adinolfi inveisce contro le vittime che hanno testimoniato gli abusi subiti: «Devono vergognarsi» – Gayburg
Il noto intellettuale cattolico dice che bisogna andarci cauti con le condanne, perché magari c’è un complotto contro Benedetto XVI. Al massimo sarà stato «un fatto tragico». Non solo: qualche sganassone non ha mai fatto male a nessuno. E poi gli abusi sessuali: ah ah, ma quando mai? Figuriamoci. I veri problemi sono altri: le unioni civili e le famiglie arcobaleno.

RICERCHE

Contrordine: gli atei non sono dogmatici…
Atheists are less open-minded than religious people, study claims; Some doubts & Problems – A Tippling Philosopher
…ma solo intolleranti verso le contraddizioni: una rilettura critica della ricerca che abbiamo citato la settimana scorsa.

STORIE

No, i satanisti no
Belle Plaine (MN) Leaders Shut Down “Free Speech Zone” To Avoid Satanic Monument – Friendly Atheist
Tutte le religioni sono uguali, ma alcune sono un po’ meno uguali delle altre. Messi di fronte alla possibilità di dover accettare per par condicio anche un memoriale satanista, i bigotti rinunciano a tutti i memoriali.

Quando l’orientamento sessuale costa la pelle
Fuga dal Camerun, dove essere gay è reato – Osservatorio Diritti
Franck vive in Camerun. Franck è gay. Franck finisce accoppato, se non scappa di corsa. Franck oggi è in Italia. Una storia di persecuzione. Una richiesta dello status di rifugiato, per ora negata. Uno schifo, insomma.

VIDEO E PODCAST

Raffaele Carcano alla radio svizzera
In altre parole – RSI
Il coordinatore culturale dell’UAAR è ospite per una settimana della Radiotelevisione della Svizzera Italiana

L’unico islam buono è l’islam abbandonato
Armin Navabi: The Poison Pill of Islam
Una religione che non può essere riformata, nelle parole di un ateo ex musulmano.


Se noi fossimo come loro
If Atheists Sounded Like Christians
Sì, sono cazzate. Lo sappiamo. Ma vale la pena ascoltarle per concludere sorridendo per qualche minuto, dai.