Biblioteca

Consigli di lettura per chi vuole saperne di più sull'ateismo

50 motivi per cui si crede in Dio, 50 ragioni per dubitarne
Un’ottima introduzione all’ateismo. Semplice e didattico, ha uno stile scorrevole e leggero. Dà spazio agli aneddoti e alle esperienze personali ma nel contempo non abbandona il rigore degli argomenti razionali. Il più solido dei quali, …

Atei o credenti?: Filosofia, politica, etica, scienza
Non è un libro per persone superficiali. Anzi. È un libro per chi vuol ravanare nelle profondità della filosofia, invece. Del resto è ovvio: Gianni Vattimo non è un credulone che si beve la verginità della Madonna e il resto del ciarpame…

Ateismo ragionevole
Pensato soprattutto per un pubblico degli Stati Uniti, dove nella percezione comune chi non crede in Dio dev’essere per forza uno stronzo degenerato e immorale, questo saggio è un invito al confronto onesto per dimostrare che anche gli a…

Ateismo. Una brevissima introduzione
Un po’ superficiale nel trattare alcuni argomenti e un po’ troppo critico verso l’ateismo militante. Comunque una buona introduzione all’ateismo, scorrevole, ordinata e lucida, con il non trascurabile pregio della brevità.

Il caso o la speranza? Un dibattito senza diplomazia
"È come se giocassimo due sport diversi, tu a calcio e io a basket, così che è inevitabile che tu ripeta "fallo di mano" quando io invece faccio solo il mio dovere”: una frase di Vito Mancuso azzeccata per descrivere un confronto intelle…

Catechismo di ateologia: In cosa crede chi non crede
Se il saggio di Michel Onfray è polemico e aggressivo, quello di Paul Desalmand è un capolavoro di pacatezza. E di chiarezza, anzitutto, perché parte dalle definizioni. Si dilunga poi sulla storia dell’ateismo nella cultura occidentale. …

Come se Dio fosse antani
Questo libro di poco più di 100 pagine è l’ideale per chi cerca un’introduzione all’ateismo scorrevole e leggera anche quando affronta temi filosofici profondi. Mai palloso, rispetta la regola che prescrive «scrivi come parli», tanto che…

Credere alle cazzate
Con uno stile sempre piano e scorrevole, Law presenta gli otto trucchi più efficaci per convincere le persone di quelli che lui definisce “Buchi neri intellettuali”, ossia cazzate clamorose, fra le quali spicca – superfluo dirlo – la fed…

Del buon uso della religione: Una guida per i non credenti
«A volte le religioni sono troppo utili, efficaci e intelligenti per essere lasciate solo a chi crede»: questa la conclusione del saggio di de Botton. Meglio non potrebbe essere riassunto questo libro, che è una sfida a chi pensa che del…

Dio non è grande. Come la religione avvelena ogni cosa
Se Michel Onfray è indignato e Paul Desalmand è pacato, Christopher Hitchens è una via di mezzo: non s’incazza (quasi) mai, però mantiene un elevato livello di polemicità. E mostra come alla radice delle peggiori schifezze della Storia u…

Disputa su Dio e dintorni
La prima parte ospita una disputa sui “dintorni”, ossia la Chiesa, la coerenza, il bene e il male prodotti dalla religione e quant’altro. Disputa nella quale il teologo Mancuso, come c’era da aspettarsi, si dissocia dalla Chiesa granitic…

La fine della fede: Religione, terrore e il futuro della ragione
Qual è il problema principale del genere umano? La fede. Dalla fede derivano tutte le altre sciagure di Homo sapiens. Non il fanatismo, ché i moderati non sono tanto meglio degli integralisti. No, no: la fede. E, se non ce ne liberiamo, …

L'illusione di Dio: Le ragioni per non credere
Quando un uomo con la Bibbia incontra un uomo con il libro di Dawkins, la fede di quello con la Bibbia è spacciata, se ha un briciolo di onestà intellettuale. Perché questo è “L’illusione di Dio”: una spietata demolizione razionale delle…

In Praise of Blasphemy: Why Charlie Hebdo Is Not "Islamophobic"
A partire dalla polemica sulle vignette danesi e dalla strage di «Charlie Hebdo», Caroline Fourest sostiene il diritto alla blasfemia e mostra come la difesa della sensibilità religiosa dei credenti sia solo un pretesto per limitare ogni…

La visione laica del mondo
Se non è fondata sul libero pensiero, non è laicità: questa la tesi di del filosofo olandese Paul Cliteur. Che, con un’ampia documentazione, con l’esposizione di casi storici reali e controversi e con una logica spietata mostra come il d…

Lo spirito dell'ateismo
Il filosofo francese André Comte-Sponville non teme di definirsi “ateo fedele”. È ateo perché non crede in Dio e argomenta smontando le prove a favore e soprattutto proponendo prove contrarie. E fin qui convince. Convince meno quando si …

Ragionando su Dio. Argomenti contro la religione e a favore dell'umanismo
Ottimo come introduzione all’ateismo, con una pars destruens ma pure una pars construens che propone l’alternativa umanista in modo convincente. Molto scorrevole, sconcerta un po’ quando, ogni tanto, si incarta in alcuni tecnicismi in fi…

Rompere l'incantesimo. La religione come fenomeno naturale
Quale incantesimo? Quello secondo il quale la religione dovrebbe essere una manifestazione del pensiero inavvicinabile per l’indagine razionale con i metodi della biologia, dell’antropologia, della sociologia, dell’economia, della psicol…

Senza Dio: del buon uso dell'ateismo
"Ateismo" vuol dire “nessuna sottomissione”: questa è la tesi del filosofo Giulio Giorello. Per principio. Non solo a una Chiesa, a un dogma, a una fede, ma anche a un Dio, e neppure se Dio esistesse. Giorello propone un ateismo metodolo…

Senza Dio: Storie di atei e ateismo
Un saggio con l’ambizione di proporre una panoramica sull’ateismo, dalle origini fino alla contemporaneità: che cos’è, come si è sviluppato, quale fondamento filosofico ha, quant’è importante nelle società moderne. Stimolante, ma non div…

Senza Dogmi: L'antifilosofia Di Papa Ratzinger
Un libro un po’ superato dagli eventi, ché Ratzinger non è più Papa da un bel pezzo, ma sempre attuale, ché la Chiesa – anche quella di Bergoglio – perde il pelo ma non il vizio. Il vizio dell’assolutismo autoreferenziale, beninteso. Oss…

Trattato di ateologia
Pugnace, polemico, virulento, il filosofo Michel Onfray scava nella magagne delle religioni abramiche ma anche di una cultura laica incapace di liberarsi di un quadro di riferimento religioso. Perciò, indignato e incazzoso, decostruisce …

Vivere senza dio
In questo saggio non si discute del problema dell’esistenza di Dio. Infatti la soluzione è sottintesa: Dio non esiste. Altri problemi rimangono però aperti. Che senso può avere la vita umana? In particolare, che senso può avere la mia vi…




goodreads.com