Florilegio digitale

Letture magari lunghe ma mai banali, per non farsi mancare gli spunti di riflessione.


Quattro soluzioni al problema dell’istruzione religiosa nella scuola di uno Stato laico. Ma una sola farebbe chiarezza sui limiti della religione.

«Ecco, dunque, la paradossale conclusione di questo articolo: non il rifiuto o la censura della religione, bensì il suo stesso insegnamento costituisce la più grande scuola di laicità e di pluralismo liberale che le generazioni avvenire possano auspicare.»
Perché, da ateo, voglio l’ora di religione – ma non quella cattolica – «l’osservatore laico»